Comunicati e Circolari

» 23/04/2009 - INVESTIMENTI IN ATTIVITĄ DI RICERCA E SVILUPPO

Con provvedimento del 24 marzo u.s., l'Agenzia delle Entrate ha approvato il formulario per prenotare l'accesso alla fruizione del credito d'imposta previsto per gli investimenti in attività di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo, in conformità con la vigente disciplina comunitaria degli aiuti di Stato in materia.

Esso si compone di:
 un Frontespizio, in cui vanno riportati i dati identificativi del soggetto richiedente;
 il Quadro A, che contiene le informazioni relative all’investimento agevolabile ed al credito d’imposta.

Il modello, denominato FRS e disponibile – con le relative istruzioni - sul sito dell’Agenzia stessa, deve essere compilato e presentato in via telematica, direttamente o tramite soggetti abilitati (professionisti, Associazioni di categoria, CAF), dai titolari di reddito d'impresa, con riferimento sia ai progetti d'investimento già avviati al 28 novembre 2008, sia a quelli attivati successivamente a tale data.

La trasmissione telematica dei dati contenuti nel formulario deve essere effettuata utilizzando il prodotto di gestione denominato CREDITOFRS, reso disponibile gratuitamente dalla sopra citata Agenzia, a partire dal 16 aprile u.s., sul proprio sito internet, nella pagina relativa al credito d'imposta 
Il formulario deve essere presentato nei termini di seguito indicati:
• per i progetti di investimento già avviati alla data del 28 novembre 2008, dalle ore 10.00 del 22 aprile 2009 alle ore 24.00 del 22 maggio 2009, a pena di decadenza dal contributo;
• per i progetti di investimento avviati successivamente al 28 novembre 2008, a partire dalle ore 10.00 del 22 aprile 2009 e come prenotazione dell'accesso alla fruizione del credito di imposta, successiva rispetto a quella riservata ai progetti di investimento iniziati prima della predetta data.
Facciamo presente che l’accesso alle agevolazioni è basato sull'ordine cronologico di presentazione delle istanze.

Inoltre, per gli investimenti avviati entro il 28 novembre 2008, va prodotto un unico formulario (nel quale devono essere esposti cumulativamente i dati relativi a tutti i progetti d’investimento in corso), mentre per quelli attivati dal 29 novembre 2008 in poi si devono presentare tanti formulari (contraddistinti da differenti numeri progressivi) quanti sono i progetti stessi.

Ricordiamo che il credito spetta nella misura del 10% dei costi sostenuti o del 40% se detti costi si riferiscono a contratti stipulati con Università ed enti pubblici di ricerca, fermo restando che l'importo massimo delle spese ammissibili non può essere superiore a 50 milioni di euro per ciascun periodo d’imposta.

Tale credito è fruibile ai fini dei versamenti delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive; l’eventuale eccedenza è invece utilizzabile in compensazione a decorrere dal mese successivo al termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi.